bannercomete

GLI SPETTRI DELLE STELLE PECULIARI



Stelle B e A con abbondanze anomale di Mercurio e Manganese
Già nel 1931 W.W. Morgan, presso l'osservatorio di Yerkes, riconobbe l'esistenza di un tipo di stelle peculiari soprattutto appartenenti alle classi spettrali B8 e B9 che presentavano righe del Mercurio (elemento altrimenti molto raro negli spettri stellari) e righe del Manganese particolarmente intense.Osservazioni ad alta risoluzione della riga a 3984 del Mercurio mostrano degli spostamenti di circa 0.2 ┼ da stella a stella, dovuti probabilmente alla diversa abbondanza di isolotpi di Hg.
Queste stelle confluirono originariamente tra le stelle classificate come Ap (A peculiari) anche se, al contrario di queste ultime, non presentano campi magnetici nè variabilità delle righe spettrali e tantomeno abbondanza di terre rare.
La loro natura e' tutt'ora poco chiara e forse correlata con quella di altre stelle più calde che presentano righe dell'elio più deboli di quello che farebbe supporre la loro temperatura. Oltre alla a And, appartendono a questa classe anche c Lupi, c Cancri e la 53 Tauri.

Figura 1: Una parte dello spettro della stella Alfa And, in comune tra la costellazione di andromeda e il quadrato di Pegaso, registrato con dispersione di 0.7 ┼/pixel ed esposizione di 5 minuti (Cassegrain F/20 diam 60 cm). In blu sono evidenziate le righe del Manganese, in verde quella del Mercurio.

Torna alla Home Page delle stelle peculiari


[ Osservatorio Astronomico | Home page Cittadella di Scienze della Natura ]


1996-2003© Società Astronomica G.V.Schiaparelli - l'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale. Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a:

SocietÓ Astronomica G.V.Schiaparelli