Rendiconto meteorologico di Gennaio 2018 a Varese


Il mese di gennaio a Varese è stato di 0.9°C più caldo della media del trentennio di riferimento (1981-2010), grazie alle numerose giornate di favonio dei primi 15 giorni del mese. Il favonio ha soffiato per 164 ore, superando il record precedente per il mese di gennaio che spettava a 2005 e 2017 con 131 ore (statistica dal 1992). La prevalenza di correnti settentrionali ha portato grandi quantitativi di neve in Austria e Germania, ma poca a Sud delle Alpi. I mesi di dicembre 2018 e gennaio 2019 sono stati particolarmente asciutti con solo 19.6 mm di pioggia in totale (5 cm di neve a Varese e 10 cm a Campo dei Fiori).
Nei primi 15 giorni del mese l'alta pressione atlantica estesa alle Isole Britanniche si contrappaone alla depressione scandinava e correnti settentrionali investono le Alpi con tempo soleggiato e frequenti episodi di favonio. Il giorno 2 forte vento da Nord (CdF 91 km/h, VA 52 km/h, Bodio 74 km/h, Malpensa 58 km/h)fino a Milano (55 km/h). Il vento e il sottobosco privo di neve favoriscono un lungo incendio sul monte Martica che viene domato solo il giorno 7.

Incendio sul monte Mondonico visto dalla webcam di Campo dei Fiori rivolta verso Nord. La presenza di altocumuli lenticolari illuminati dal crepuscolo del mattino è dovuta alle correnti settentrionali che formano ondulazioni a sud delle Alpi (giorno 12 gennaio 2019 ore 7:15).

Il giorno 10 è un'altra giornata ventosa da Nord (CdF 68 km/h, Varese 32 km/h, Malpensa 47 km/h) e sul monte Mondonico si sviluppa un nuovo incendio, che viene domato il giorno 14. Bel tempo con favonio prosegue anche il giorno 15.
Cambiamento il giorno 16 con un vortice depressionario che scende dalle Isole Britanniche e porta deboli piogge il giorno 17. Migliora il 18 con nuvolosità variabile e un breve episodio di favonio ma oramai il N-Italia si trova ai margini di una vasta circolazione depressionaria sul N-Europa che riporta nuvole e poche piogge il giorno 19. Temperature in diminuzione con neve oltre 600 metri e a tratti pioggia mista a neve anche a Varese. Le schiarite del giorno 20 portano gelate sulle brughiere (-8°C a Malpensa) e freddo sole invernale che prosegue anche il 21 e 22, permettendo l'osservazione dell'eclissi di luna nelle prime ore del giorno 21.
Il giorno 23 un vortice depressionario scende dal golfo di Biscaglia verso l'Italia e porta nuvole e nevischio ma si sposta rapidamente verso Sud con ritorno di bel tempo invernale fino al 26 con forte gelo notturno sulla pianura (-9°C a Malpensa il giorno 25) e meno freddo con qualche episodio di favonio sulla fascia pedemontana.
Il giorno 27 una perturbazione atlantica attraversa rapidamente il N-Italia con 2 cm di neve sul Varesotto e ancora un episodio di favonio riporta il sole nel giorno successivo. Il 29 bel tempo invernale, molto freddo in montagna (-10°C a 2000 m) ma con leggero favonio sulle Prealpi. Per i giorni della merla , quest’anno una fredda perturbazione scende dal N-Atlantico sull'Italia con deboli nevicate il 30 fino in pianura (1 cm di neve bagnata, 2 cm a Campo dei Fiori). Variabile il 31 con ancora qualche fiocco verso sera che annuncia la neve del 1 febbraio.

Dati Statistici a Varese:

COPERTURA PRECIPITAZIONI
gg.
SERENI
gg.
VARIABILI
gg.
COPERTI
ore di
SOLE
MEDIA
25 anni
mm
caduti
MEDIA
(1965-2017)
diff. gg.
PIOGGIA >0.9mm (media)
temporali (media) NEVE (gg)
20 5 6 164.7 126.9 10.4 81.2 -70.8 4 (6.4) 0 (0) 3.5 cm (3)

Bilancio pluviometrico dall'1.01.2019 al 31.01.2019 (anno solare 2019) = -71.2 mm
Bilancio pluviometrico dal 1.12.2018 al 31.01.2019 (anno meteorologico 2019) = -139.9 mm


TEMPERATURA (gradi Centigradi)
media
mese
MEDIA
87-2006
MEDIA
67-86
Max
mese

g.no
min
mese

g.no
Max
stor.

anno
min
stor.

anno
3.8 3 2.5 14.2 6 -4.5 23 23.5 28/01/2008 -12.5 7/01/1985

Nota: per il periodo 1965-2018 dati rilevati dal CGP, stazione via Andrea del Sarto - Varese alt. 410 m slm.
Per dati antecedenti si fa riferimento a M. Moja "Ricerca Statistica sugli Elementi Meteorologici sul clima di Varese"-1954

Immagini del mese



Vento da Nord il giorno 2 gennaio increspa il lago di Varese, con raffiche a Bodio fino a 75 km/h. (foto P. Valisa - CGP - 2 gennaio 2019 da Campo dei Fiori)



Vento da nord, bassa umidità relativa e assenza di neve nel sottobosco sono state condizioni purtoppo ottimali per la propagazione di incendi in questo mese di gennaio. Nella foto è ripreso da Mondonico il fumo dell'incendio sulla Martica. L'odore di legno bruciato e la fuliggine sono arrivati anche a Varese città. (foto Andrea Aletti - Società Astronomica Schiaparelli - 4 gennaio 2019).



Bel tempo invernale ripreso dal Montorfano verso il golfo di Stresa con Campo dei Fiori sullo sfondo. Stratificazione temporaneamente stabile, tra due episodi di favonio. (foto Paolo Valisa - CGP - 5 gennaio 2019)



Condizioni meteo favorevoli hanno permesso l'osservazione dell'eclissi totale di luna, prima dell'alba del 21 gennaio. (foto Michele Calabrò - Soc. Astr. Schiaparelli da Campo dei Fiori)



Una fase della totalità dell'eclissi di luna ripresa alle ore 7:13 del 21 gennaio da Massimo Marini e Andrea Aletti (Soc. Astr. Schiaparelli)



1996-2019 © Società Astronomica G.V.Schiaparelli:
L'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale.
Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a: Società Astronomica G.V.Schiaparelli