bannercomete

GLI SPETTRI DELLE STELLE PECULIARI



Stelle A metalliche (Am)
Circa il 25 per cento delle stelle di tipo A presentano delle particolaritÓ nello spettro. Tra queste stelle peculiari le due categorie più importanti sono le stelle A metalliche (Am) e le stelle A magnetiche (Ap).
Le stelle Am, a causa dell'intensità delle loro righe metalliche furono dapprima classificate assieme alle stelle F ma in seguito ci si accorse che la loro temperatura di corpo nero era più simile a quella delle stelle nane di tipo A e quindi l'intensità delle righe metalliche era dovuta ad una reale sovrabbondanza di elementi chimici pesanti (con numero atomico superiore a quello del Ferro).
Tra gli elementi che si trovano con abbondanze fino a 10 o 20 volte superiori alla media troviamo lo Stronzio, l'Yttrio, il Bario, lo Zirconio, lo Zinco e il Rame.
Un'ulteriore caratteristica che spesso contraddistingue queste stelle è una relativa scarsità di elementi leggeri come il Calcio o lo Scandio.

Figura 1: Una parte dello spettro della stella Am 63 Tau (in blu), appartenente all'ammasso delle Iadi, registrato con dispersione di 2.5 ┼/pixel ed esposizione di 2 minuti (Cassegrain F/20 diam 60 cm).
Per confronto Ŕ riportato lo spettro di Vega (A0 V). Si nota nello spettro di 63 Tau la sovrabbondanza di elementi pesanti, in particolare del Bario, dello Stronzio (da 10 a 25 volte) e, in misura minore, del Ferro e Cromo (da 3 a 5 volte). La riga del Mg II a 4481 ┼ Ŕ solo leggermente pi¨ intensa. Le righe della serie di Balmer sono un po' meno intense di quelle di Vega. Nel suo complesso la 63 Tau Ŕ classificata come A7p.

Solo attorno al 1970 si cominciano a comprendere i meccanismi che permettono la formazione di spettri cosi particolari. Le stelle Am, al contrario delle altre stelle di tipo A, risultano rotatori molto lenti. Cio' Ŕ dovuto alla loro appartenenza a sistemi binari in cui le forze mareali hanno rallentato il periodo di rotazione fino a portarlo ad uguagliare il periodo di rivoluzione.
Senza una veloce rotazione, e senza la convezione tipica delle stelle pi¨ fredde, le atmosfere di queste stelle risultano molto tranquille e sono possibili fenomeni di segregazione superficiali degli elementi che danno luogo ad abbondanze anomale negli spettri osservati.

Oltre alla 63 Tau, tra le stelle Am troviamo:
60 Tau (A3p), 81 Tau (A5p), t Uma, 15 Uma, Mizar B, a Gem B, 8 Com, 15 Vul, 16 Ori (A2p)

Torna alla Home Page delle stelle peculiari


[ Osservatorio Astronomico | Home page Cittadella di Scienze della Natura ]


1996-2003© Società Astronomica G.V.Schiaparelli - l'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale. Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a:

SocietÓ Astronomica G.V.Schiaparelli