Estate di san martino

10-11-2018 autore: Paolo Valisa

Non è raro che al termine dell'autunno le nostre regioni possano ancora beneficiare di qualche corrente mite, magari già dopo le prime brinate, ma prima del generale raffreddamento dell'inverno. Quest'anno di brina proprio ancora non se ne è vista ma per l'estate di San Martino, nei giorni 10-11-12 novembre le temperature oscilleranno attorno a 12°C, ben superiori alla media di 8.1° per il periodo. Purtroppo saranno giornate grigie e piovose, dall'aspetto ben poco estivo. Per il sole bisogna aspettare martedì. Tutti i dettagli statistici nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di ottobre

05-11-2018 autore: Paolo Valisa

E' stato il mese di ottobre più caldo, superando il record precedente del 2014. Prevalenti condizioni di alta pressione fino al 24 che culminano con favonio e temperature che sfiorano i 30°C. Dal 26 comincia l'autunno con forti venti di scirocco che hanno portato a Varese 180 mm di pioggia, temporali e raffiche di vento fino 110 km/h a Campo dei Fiori. Il Verbano sale dalla magra fino a 194.75 m slm a fine mese. Eccezionali mareggiate in Liguria, acqua alta a Venezia, esondazioni in Veneto e devastazione dei boschi del Bellunese e Asiago per venti tempestosi. - Per saperne di più link.

Le piene di ognissanti

04-11-2018 autore: Paolo Valisa

Il periodo attorno ad Ognissanti ogni 3-4 anni ha portato sul Varesotto piogge intense da sbarramento di correnti meridionali e piene del Verbano, come quella dei giorni scorsi. Nel 2014 le piogge che portarono ad estese esondazioni iniziarono il 4 novembre (in totale nel mese caddero 647 mm). Anche nel 2011 forti piogge dal 4 all'8 novembre ma senza esondazioni che invece si verificarono nel 2008 il 6 novembre e nel 2004 il 2 novembre. Le esondazioni del 2002 (novembre fece registrare 669 mm di pioggia) iniziarono invece il 15 novembre. Nel 2000 anticiparono invece alla metà di ottobre. - Per saperne di più link.

Piogge cumulate 27-29 ottobre -aggiornamento

29-10-2018 autore: Paolo Valisa

Abbiamo preparato, con i dati pluviometrici della rete CGP e di ARPA Piemonte e Lombardia, la mappa delle isoiete delle piogge totali dei giorni 27, 28 e 29 ottobre. Evidenti i grandi accumuli di pioggia sul versante piemontese del Verbano, dovuti alle intense correnti da SE che vi provocano precipitazioni da sbarramento, che hanno provocato il rapido rialzo del livello del lago fino a 50cm dalle soglie di esondazione. Il limite neve è rimasto oltre 1500 metri. - Per saperne di più link.

L'origine della corona lunare

25-10-2018 autore: Paolo Valisa

Molti hanno avuto occasione di osservare anelli colorati attorno alla luna nella serata del 24 ottobre. Si tratta del fenomeno della "corona", creato dalla diffrazione della luce lunare da parte di goccioline di dimensione omogenea all'interno di una tenue nube in transito. Abbiamo preparato una pagina dedicata per illustrare l'interessante fenomeno. - Per saperne di più link.

Favonio del 24 ottobre 2018

24-10-2018 autore: Paolo Valisa

L'episodio di favonio del giorno 24 ottobre 2018 è stato eccezionale per l'elevata temperatura della massa d'aria giunta da Nord (0°C a 4200m), sospinta da un anticiclone di origine sub-tropicale esteso fino alle Isole Britanniche. La temperatura a Varese ha toccato 27.9°C, avvicinandosi al record per il mese di ottobre di 28.5°C del 11 ottobre 2011. Il record per la terza decade era invece di 23.2°C, registrato nel 2017. La media delle temperature massime è invece di 14.4°C. Per tutti i dettagli è disponibile una pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di settembre

20-10-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di settembre, con temperatura media di 20.7°C, è stato il terzo più caldo a Varese almeno degli ultimi 50 anni, dopo il 2011 (21.4°C) e il 2016 (20.8°C). Particolarmente elevate le temperature della seconda decade, che con temperatura media di 22.7°C è la più calda a pari merito con quella del 1987, superando di 4.6°C i valori medi per il periodo (1981-2010), con temperature consone per la metà di agosto. Prolungato dominio dell'alta pressione e poca pioggia (con 3 temporali), solo il 36% della media. - Per saperne di più link.

Misure ghiacciaio hohsand 2018

24-09-2018 autore: Paolo Valisa

Anche il 2018 è stata un'annata pesantemente negativa per il bilancio dei ghiacciai delle Alpi. Dal 1992 il CGP segue l'evoluzione del ghiacciaio di Hohsand in val Formazza. Quest'anno la fronte è arretrata di 20 metri e nuove parti rocciose sono emerse dal ghiaccio con perdite di spessore di 1-2 metri. La neve residua dell'inverno è solo a chiazze oltre 3000 metri di quota. L'inverno è stato nevoso ma l'estate è stata la seconda più calda degli ultimi 50 anni e si sta prolungando anche in settembre. I dettagli nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Equinozio di autunno

22-09-2018 autore: Paolo Valisa

L'immagine del satellite di questa mattina ci ricorda che l'equinozio di autunno è ormai prossimo. Gli emisferi settentrionale e meridionale sono illuminati nello stesso modo dai raggi solari che arrivano in queste ore perpendicolarmente all'asse di rotazione terrestre. Dalla prossima notte alle ore 3:54 e fino al 20 marzo 2019 alle 22:58 (equinozio di primavera), la durata del giorno sarà inferiore a quella della notte. Il giorno più corto sarà il 21 dicembre. - Per saperne di più link.

L'ex uragano helene alle azzorre

15-09-2018 autore: Paolo Valisa

L'uragano Helene si è originato una settimana fa all'equatore, presso le isole di Capo Verde, ed ora è declassato a tempesta tropicale ma porta forte maltempo alle Azzorre. La tempesta tropicale Helene raggiungerà lunedì le Isole Britanniche con probabili forti venti, mareggiate e piogge torrenziali, simili a quelle portate dalla tempesta tropicale Ophelia il 16 ottobre 2017. Eventi estremi che si ripetono sempre più spesso. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di agosto

12-09-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di agosto a Varese quest'anno è stato il secondo più caldo almeno degli ultimi 50 anni, secondo solo a quello del 2003 che fu davvero eccezionale, con temperature 1.5°C ancora superiori. Il mese appena concluso è stato comunque 2.9°C più caldo della media del trentennio di riferimento (1981-2010). Particolarmente elevate le temperature della prima decade, caratterizzata da un'ondata di calore. La pioggia è stata il 91% della media ma per metà portata dai temporali del giorno 31. Il Verbano scende ancora sotto la soglia di magra. - Per saperne di più link.

Bilancio dell'estate meteorologica

02-09-2018 autore: Paolo Valisa

Le giornate si accorciano rapidamente e il sole sarà all'equinozio di autunno il giorno 23 settembre, ma per la meteorologia l'autunno inizia il 1 settembre. E' possibile quindi fare un bilancio dell'estate 2018 che risulta la seconda più calda degli ultimi 50 anni, a pari merito con il 2017 con temperatura media di 25.0°C. Fu più calda solo l'estate 2003 con media di 26.2°C. Giugno è stato il terzo più caldo, luglio il quarto più caldo e agosto il secondo più caldo. Le giornate con massima oltre 30°C sono state ben 46. Le piogge sono state l'87% della media, quindi non scarse, grazie ai temporali, ma il fabbisogno idrico è di molto aumentato a causa del gran caldo. Rispetto a 50 anni fa la temperatura media estiva è infatti aumentata di oltre 3°C. - Per saperne di più link.

Ferragosto

14-08-2018 autore: Paolo Valisa

Per domani ci aspettiamo una bella giornata di sole, con temperature massime in rialzo di circa 1 grado rispetto ad oggi (massime 29-31°C) e dunque un paio di gradi sopra la media. Abbiamo preparato una retrospettiva dei giorni di Ferragosto degli ultimi 50 anni. Le temperature dagli anni '60 sono mediamente salite di 1.3°C. Il giorno di Ferragosto più caldo a Varese si è verificato nel 1985 con una temperatura massima di 32.5° mentre il Ferragosto più freddo è stato nel 2006 con una temperatura minima di soli 12°C. La pioggia arriva quasi un anno su tre. Tutti i dettagli nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Calo estivo livello del verbano

06-08-2018 autore: Paolo Valisa

A causa del prelievo idrico estivo, accentuato dal gran caldo, continua con ritmo di 3 cm al giorno il calo del livello del Verbano che ormai si trova a soli 17 cm dal primo livello di magra (193.00 m slm). Nel grafico è illustrato l'andamento del livello del 2018 (in blu), confrontato con il livello minimo, medio e massimo nel periodo (1999-2017). Si ripeterà una magra prolungata come nell'autunno 2016 oppure arriveranno piogge come nel 2017? - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di luglio

03-08-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di luglio 2018 ha fatto registrare temperature mediamente 2.4°C oltre la norma anche se resta lontano dai record del 2015. Risulta infatti il quarto più caldo con punte di 34°C e ondata di calore a fine mese. Le piogge sono state del 25% superiori alla media, ma in gran parte dovute ai temporali dei giorni 3 e 5. tutti i dettagli si possono trovare nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Ondata di calore

01-08-2018 autore: Paolo Valisa

L'ondata di calore iniziata il 25 luglio con l'arrivo attraverso l'Iberia dell'anticiclone africano, prosegue probabilmente fino al 6 agosto anche se le temperature restano un paio di gradi al di sotto dei record assoluti (36.5°C a Varese e 32.4°C a Campo dei Fiori). Il confronto con altri periodi di caldo nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Ozono e smog fotochimico

27-07-2018 autore: Paolo Valisa

Forte insolazione e assenza di vento favoriscono lo smog fotochimico e la formazione del gas ozono. Nell'atmosfera urbana i motori producono ossidi di azoto (NO) combinando nella camera di combustione l'Ossigeno con l'Azoto ad alte temperature. L'ossido di azoto è inerte e inodore ma si trasforma rapidamente in biossido di azoto (NO2) che è molto tossico sia per l'uomo che per le piante. Inoltre nelle giornate estive, con forte irraggiamento solare, l'NO2 si scinde e si lega con l'ossigeno molecolare O2 formando Ozono che si accumula soprattutto sopra le aree verdi ove maggiore è la presenza di ossigeno. L'ozono è irritante per le vie aeree e gli occhi e potente broncocostrittore. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di giugno

09-07-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di giugno a Varese quest'anno è stato 2,5°C più caldo della media del trentennio di riferimento (1981-2010), al terzo posto tra quelli più caldi dopo 2003 (26.3°C), 2017 (24.3°C) ed a pari merito con il 2006. Le piogge sono state portate solo da alcuni temporali, che a Varese non sono stati particolarmente intensi, e sono solo il 47% della media. Un temporale con forti piogge si è però verificato in Val Cuvia il giorno 7 provocando anche una frana a Casalzuigno. - Per saperne di più link.

Temperatura, umidità e afa.

01-07-2018 autore: Paolo Valisa

La sensazione di afa, e più in generale il malessere dovuto al caldo è dovuto ad una combinazione di temperatura ed umidità. L'elevata umidità rallenta la sudorazione e quindi la regolazione termica corporea. In presenza di bassa umidità, temperature anche di 30-33° possono essere gradevoli. Se le temperature massime si aggirano però su 32-34°C con valori di umidità attorno a 35-40%, producono già un lieve disagio, come illustrato dal grafico. Ulteriori dettagli nella nostra pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di maggio

07-06-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di maggio a Varese quest'anno è stato particolarmente instabile con solo 4 giorni completamente senza pioggia e ben 17 temporali (la media è di 5 temporali). Da segnalare alcune notevoli grandinate/allagamenti: il giorno 6 a Cremenaga, il giorno 9 a Legnano, il giorno 16 a Busto, il giorno 30 tra Castronno, Albizzate e Arsago. Le piogge cumulate sono state il 137% della media. Nonostante le nuvole, le temperature sono state complessivamente 1.7°C sopra la media del trentennio di riferimento 1981-2010. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di aprile

14-05-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di aprile, con temperatura media di 16.2°C, è stato il terzo più caldo misurato a Varese dal 1967. La temperatura è stata mediamente 4°C più alta che nel trentennio di riferimento 1981-2010. Temperature superiori furono registrate solo nel 2011 (17.2°C) e nel 2007 (17.1°C). La terza decade è stata quasi estiva, con temperatura media di 20.2°C (più di 6° oltre la norma), che sarebbe consona per la metà di giugno, ed è la più calda mai registrata. La pioggia è stata praticamente nella media (97%) con qualche forte temporale e prime grandinate il giorno 29. - Per saperne di più link.

Notevole anomalia termica su tutta europa

24-04-2018 autore: Paolo Valisa

Fino a giovedì proseguirà il dominio dell'alta pressione che mantiene temperature estive dal giorno 16 su quasi tutta Europa, come mostra la mappa delle anomalie termiche di NCEP. A Varese la temperatura più alta del periodo si è raggiunta sabato 21 con 28.9°C. Si tratta della terza temperatura più alta di aprile, almeno dal 1967. Valori superiori si sono misurati solo il 9 aprile 2011 (31.5°C) e l'8 aprile 2001 (30.5°C). In montagna zero temico oltre 3000 m ininterrottamente dal giorno 17. A Campo dei Fiori massima di 23.4°C, appena inferiore al record di 23.8°C misurato nel 2011. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di marzo

13-04-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di marzo è stato fresco, mediamente 1.8°C al di sotto della media del trentennio 1981-2010, non ha tuttavia fatto registrare alcun record, essendo solo il tredicesimo più freddo degli ultimi 50 anni. Anche nel 2013 si registrarono temperature 0.5°C più basse. La prima decade è stata la più fredda con media di 4.8°C, ma nel 2011 si misurarono 4.5°C e nel 1971 addirittura -0.8°C. La minima del mese di -4.2°C è solo il dodicesimo valore più basso per marzo con il record di -8.5°C registrato il 2 marzo 2005. Le piogge sono state del 65% superiori alla media. Neve a Varese (7 cm) nei primi tre giorni del mese. - Per saperne di più link.

Bilancio estensione ghiaccio artico 2018

04-04-2018 autore: Paolo Valisa

Il National Snow & Ice Data Center americano ha diffuso i dati sull'estensione stagionale dei ghiacci artici che hanno raggiunto la massima estensione nel 2018 il 17 marzo con un valore di 14.48 milioni di kmq. E' la seconda minor estensione da quando si effettuano le misure da satellite (1979), vicinissima al record negativo del 2017 di 14.42 kmq, del 7% inferiore alla media del trentennio 1981-2010. Quest'anno, mentre a Varese irrompeva aria siberiana alla fine di febbraio, al polo Nord si verificava un'ondata di calore con temperature fino a 30°C oltre le medie stagionali, toccando gli 0°C in Groenlandia. - Per saperne di più link.

Stazione gnss per il monitoraggio del vapore atmosferico

29-03-2018 autore: Paolo Valisa

Il 14 marzo 2018 è stata installata, presso l'Osservatorio di Campo dei Fiori, una stazione GNSS per il monitoraggio del vapore precipitabile atmosferico. La stazione, parte di una rete distribuita tra le province di Como e Varese, è stata sviluppata da Saphyrion Sagl, in collaborazione con GReD srl , per il progetto europeo EDWIGE. Queste stazioni innovative a basso costo, sono il primo passo per sviluppare reti "dense" di monitoraggio del vapore precipitabile atmosferico ad alta risoluzione spaziale e temporale, fornendo dati utili ai modelli meteorologici per la previsione delle piogge intense. - Per saperne di più link.

Marzo quasi senza favonio

28-03-2018 autore: Paolo Valisa

Il mese di marzo è statisticamente quello con maggiore frequenza del vento da Nord che scende dalle Alpi e chiamiamo favonio. In marzo soffia mediamente a Varese per 85 ore. Quest'anno le cose sono andate diversamente e abbiamo totalizzato solo 22 ore nei giorni 20, 21 e 23. Purtroppo è mancata l'alternanza dell'alta pressione atlantica con le perturbazioni atlantiche. Il favonio farà però il suo ritorno a Pasqua riportando il sole. Tutti i dettagli sulla climatologia del favonio a Varese nella nostra nuova pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di febbraio

08-03-2018 autore: Paolo Valisa

Un mese piuttosto grigio ma con poca pioggia, solo 17 mm (il 25% della media). Un po' di nevischio a fine mese fino a Varese e Milano, accompagnato dall'arrivo di aria siberiana dal giorno 26 che ha abbassato la media delle temperature di tutto il mese al di sotto della norma di 1.4°C. La primavera è in ritardo, anche se si era risvegliata in anticipo col tepore di gennaio. - Per saperne di più link.

Molto freddo ma senza record

27-02-2018 autore: Paolo Valisa

Le temperature minime il 27 febbraio sul Varesotto sono state gelide, con punte di -14.1°C a Campo dei Fiori (record per febbraio -14.5°C nel 1991). A Varese il termometro ha toccato -7.6°C che per il mese di febbraio è il quattordicesimo valore più basso misurato negli ultimi 51 anni. Il record spetta al 6 febbraio 2012 e al 7 febbraio 1991 quando la temperatura toccò -11°C. Per la terza decade però il valore odierno è il più basso. Ancora il 28 una giornata molto fredda, poi lentamente le temperature risaliranno. - Per saperne di più link.

Aria gelida siberiana da domenica

23-02-2018 autore: Paolo Valisa

L'arrivo di aria siberiana porterà ad un marcato calo delle temperature che passeranno da +5°C di sabato a -5°C di domenica sera. Il freddo sarà accompagnato da nevischio. Le giornate più fredde saranno probabilmente lunedì e martedì con massime solo attorno a 0°C e minime tra -6°C e -12°C. Sono valori 6/7°C al di sotto delle medie stagionali e ricordano l'ondata di gelo del febbraio 2012. Per conoscere tutti i record del freddo a Varese in febbraio è possible consultare la pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Stratwarming porterà ondata di gelo?

20-02-2018 autore: Paolo Valisa

A partire dal 13 febbraio si è verificato un notevole riscaldamento della stratosfera (stratwarming), che potrebbe frammentare il vortice polare e permettere la discesa di aria molto fredda a medie latitudini. Da lunedì 26 è infatti previsto l'arrivo di aria gelida siberiana sull'Europa centrale e sulle Alpi ma le previsioni restano incerte. Nei prossimi giorni le previsioni saranno sempre più precise. Per tutti i dettagli abbiamo preparato una pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Calabrosa a campo dei fiori

20-02-2018 autore: Paolo Valisa

Nella notte tra 19 e 20 febbraio vento molto umido da SE ha soffiato sulla vetta del Campo dei Fiori, immersa nelle nuvole a -4°C. In queste condizioni l'umidità e le goccioline sopraffuse nell'aria si sono ghiacciate sugli alberi e al suolo formando cristalli di brina che si sono accumulati nella direzione di provenienza del vento. Il fenomeno prende nome di calabrosa. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di gennaio

06-02-2018 autore: Paolo Valisa

Gennaio è stato 2.2°C più caldo della media (1981-2010) e con piogge nella norma, perlopiù di stampo autunnale nei giorni 6-9 e 25-27, accompagnate da aria mite mediterranea. Così a Varese non è arrivata la neve e a Campo dei Fiori solo 3 cm. La neve è stata invece molto abbondante sulle Alpi, frequentemente investite da perturbazioni da Nord con ricaduta favonica sulle Prealpi. Un fronte freddo ha concluso la fase piovosa dei giorni 6-9 con qualche temporale, assai raro per la stagione. - Per saperne di più link.

Giorni della merla

29-01-2018 autore: Paolo Valisa

Secondo la tradizione, gli ultimi 3 giorni di gennaio sarebbero i più freddi dell'anno. In realtà le temperature più basse dell'inverno si misurano solitamente all'inizio di gennaio. Quest'anno la merla non sarà fredda, poichè trascorrerà sotto l'alta pressione atlantica che porterà nebbie in pianura ma clima molto mite in montagna (0° a 2700m) e sulle Prealpi il 29 e 30. Il 31 i cieli saranno più nuvolosi e caleranno le temperature anche in montagna. Per tutti i dettagli statistici consultate la pagina dedicata. - Per saperne di più link.

Nuova veste grafica bollettino

26-01-2018 autore: Paolo Valisa

Da oggi il bollettino meteorologico sul nostro sito cambia formato grafico e si arricchisce di contenuti. Le cartine sono più grandi e leggibili e differenziate tra mattina e pomeriggio (ringraziamo Ambra Jane Lovisolo). Le finestre sono responsive e si adattano alle dimensioni dei monitor dei dispositivi portatili come tablet e smartphones (ringraziamo Luca Ghirotto ). Inoltre è presente il meteogramma dei principali parametri meteorologici per Varese. - Per saperne di più link.

Inizia la stagione dei pollini

24-01-2018 autore: Paolo Valisa

Quest'anno la stagione dei pollini è cominciata in anticipo a causa delle temperature di 3 gradi sopra la media delle prime due decadi di gennaio. I fiori di nocciolo sono comparsi già attorno al giorno 10 del mese e ora le concentrazioni di questi pollini sono alte. Al nocciolo si affiancano anche l'Ontano e il Cipresso. - Per saperne di più link.

Cronaca meteo e statistiche climatiche di dicembre

10-01-2018 autore: Paolo Valisa

Quest'anno dicembre è stato più freddo della media di 0.7°C con perturbazioni dal N-Europa che hanno portato la neve fino a Varese. L'anticiclone atlantico ha portato un periodo di tempo stabile dal 18 fino a Natale. La neve è caduta abbondante in montagna e nelle valli il giorno 27. Nel complesso le precipitazioni sono state del 73% superiori alla norma. - Per saperne di più link.

Corrente a getto investe le alpi da nw

03-01-2018 autore: Paolo Valisa

Il 3 e 4 gennaio la corrente a getto, fiume d'aria che scorre alle medie latitudini attorno ai 10 km di altitudine, si dirige verso le Alpi da WNW come mostra la mappa del vento a 300 hPa. I venti in alta montagna sono tempestosi e le perturbazioni sono addossate alle Alpi settentrionali con nevicate. Parte delle nuvole valicano la barriera montuosa e interessano anche le Prealpi con possibilità di nevischio oltre 1000m, rare piogge o asciutto a quote inferiori. - Per saperne di più link.



1996-2017 © - Società Astronomica G.V. Schiaparelli:
L'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale.
Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a: Società Astronomica G.V.Schiaparelli