Altri eventi non di origine sismica

La grande sensibilita' dei sismografi permette di rilevare eventi che producono vibrazioni del terreno anche se non si tratta di veri e propri terremoti. Eventi non di origine sismica sono ad esempio:


  • Test nucleari
  • Frane di roccia o ghiaccio
  • Bang supersonico di aerei che superano la barriera del suono
  • Mine di cave e cantieri
  • Il tracciato sismico di questi eventi presenta spesso caratteristiche peculiari che permettono di escludere rapidamente la natura sismica dell'evento.

    Bang supersonico

    aggiornamento 24 marzo 2018 - Paolo Valisa

    Quando un aereo supersonico si avvicina alla velocita' del suono, i fronti d'onda delle onde acustiche si sovrappongono sommandosi davanti al velivolo. Al momento del superamento avviene una repentina espansione dell'aria compressa dalla sovrapposizione delle onde sonore che si disperde come bang supersonico.
    Un bang supersonico puo' essere avvertito a decine di km di distanza. Il tracciato sismico e' estremamente breve (pochi secondi) con una componente verticale predominante.


    Traccia sismica di un doppio bang supersonico di due aerei da caccia il giorno 23 marzo 2018, componente verticale. Il bang supersonico e' stato udito su Verbano, Milanese, Varesotto, Lecchese e fino a Bergamo ma non e' stato avvertito in Valtellina e neppure sul Pavese.

    Test nucleari

    aggiornamento 24 marzo 2018 - Paolo Valisa

    Dagli anni '40 sono stati condotti circa 2000 test nucleari. La potenza liberata da una bomba atomica e' comparabile a quella di un terremoto anche se il tracciato sismico e' differente poiche' la sorgente si trova prossima al suolo e le onde emesse sono soltanto onde di compressione.
    Una bomba atomica del tipo di quella sganciata su Hiroshima produce un sisma di magnitudo 4, una bomba di 20 Kilotoni (1 Kton=1000 Tonnellate di TNT) produce invece un sisma di magnitudo 5. Una bomba all'idrogeno produce un sisma di magnitudo 6 ed una bomba da 20 megatoni produce un sisma di magnitudo 7.


    Il giorno 3 settembre 2017 alle ore 5:30 una bomba atomica sotterranea di circa 100 Mton e' stata fatta esplodere nel Nord della Corea. Il segnale sismico dell'onda d'urto e' stato nettamente registrato dal sismografo di Campo dei Fiori, nonostante la distanza di 8700 km.

    Link vecchia pagina test nucleare Pakistan 1998
    Link vecchia pagina test nucleare India 1998

    Frane di roccia e ghiaccio

    aggiornamento 28 marzo 2018 - Paolo Valisa

    Numerose sono state le frane registrate dai sismografi del CGP, ad iniziare probabilmente da quella del Monte Coppetto, che si abbattè sul fondovalle della valtellina il 27 luglio 1987 provocando 30 morti e sbarrando il corso dell'Adda. L'onda sismica generata raggiunse l'intensità di un sisma di magnitudo 2,7.
    Negli anni recenti, diversi eventi di frane di roccia e ghiaccio verificatisi sul Monte Rosa, a causa dell'intensa deglacializzazione, hanno creato onde sismiche ben avvertite fino a Varese. Il tracciato sismico è caratteristico, composto solo da onde superficiali senza onde P ed S, che appaiono invece evidenti nei terremoti regionali.


    Il giorno 23 agosto 2017 alle ore 9:30 una frana di 4 milioni di metri cubi di roccia si è staccata dalla parete NE del Pizzo Cengalo raggiungendo la val Bondasca simulando un sisma di magnitudo 2.5.