Rendiconto meteorologico di Luglio 2010 a Varese

All'inizio del mese prosegue tempo caldo e afoso iniziato il 24 Giugno con alta pressione livellata estesa da N-Africa all'Europa occidentale. Alcuni temporali di calore interessano le Prealpi soprattutto Verbano e Canton Ticino. Il giorno 3 i temporali sono accompagnati da forti raffiche di vento. Il giorno 6 una perturbazione transita a Nord delle Alpi innescando forti temporali all'alba anche sul varesotto con grandine di dimensione notevoli (diversi cm) tra Morazzone, Gazzada e Azzate che assieme alle raffiche di vento provoca la caduta di numerosi alberi. Forti rovesci nel gallaratese.
L'alta pressione si ristabilisce pienamente il giorno 7 dopo un poco di vento da Nord con tempo sempre soleggiato, caldo e stabile fino al giorno 11 quando riprendono i temporali. Nella notte del giorno 12 un forte temporale provoca allagamenti stradali a Saronno e Legnano.
Sole e caldo comunque proseguono grazie all'alta pressione africana sul Mediterraneo. Le concentrazioni di Ozono da giorni superano le soglie di allarme di 180 microgrammi/mc. I giorni 15 e 16 risultano i più caldi con massime di 33.2° a Varese Nord e 34.5° alla stazione meteo dei giardini Estensi. Fino a 35° si misurano a Lazzate (Saronno). A Varese dal giorno 1 fino al giorno 22 le temperature massime raggiungono sempre almeno i 30° e innalzano la temperatura media dell'intero mese ad oltre 3 gradi dalle medie statistiche confermando l'aumento delle temperature in particolare della stagione estiva sulle nostre regioni.
Il giorno 17 all'alba un forte temporale prefrontale si forma su Borgomanero e interessa di striscio il Varese e Verbano. Dopo un'altra giornata calda e afosa dal pomeriggio altri temporali interessano Valcuvia e Mendrisiotto e saranno seguiti da vento da Nord il giorno 18 che riporta caldo meno afoso fino al 19.
Le correnti in quota ruotano gradualmente da SW e aumenta nuovamente umidità e afa fino al transito di una perturbazione atlantica il giorno 23. I temporali interessano al mattino le Prealpi. Nel pomeriggio i temporali divengono più intensi su Milanese, Bergamo, Garda, Cremona con forti grandinate, vento e trombe d'aria. La perturbazione è seguita da aria fresca da Nord che riporta il sole e calo delle temperature il giorno 25. Caldo più gradevole e a tratti ventilato da Nord prosegue fino al giorno 28.
Il 29 una perturbazione giunge da NW e porta temporali tutto il giorno. I fulmini colpiscono due abeti presso l'Osservatorio Astronomico di Campo dei Fiori. Dopo la perturbazione, ritorno dell'alta pressione delle Azzorre con i giorni 30 e 31 soleggiati e a tratti ventilati da Nord.

Dati Statistici:

COPERTURA PIOGGIA TEMPORALI
gg.
SERENI
gg.
VARIABILI
gg.
COPERTI
ore di
SOLE
MEDIA
25 anni
mm
caduti
MEDIA
44 anni
diff. numero eventi MEDIA
44 anni
15 12 4 297.5 262.5 64.7 106.7 -42.0 7 5

Eccesso pluviometrico dall'1.1.2010 al 31.07.2010 =92.2 mm
Eccesso pluviometrico dal 1.12.2009 al 31.07.2010 (anno meteorologico 2010) = +170.0 mm


TEMPERATURA (gradi Centigradi)
media
mese
MEDIA
87-2006
MEDIA
67-86
Max
mese

g.no
min
mese

g.no
Max
stor.

anno
min
stor.

anno
26.3 23.5 22.2 33.0 15 e 16 14.5 30 36.5 1983 8.5 1979

Nota: per il periodo 1965-2010 dati rilevati dal CGP
Per dati antecedenti si fa riferimento a M. Moja "Ricerca Statistica sugli Elementi Meteorologici sul clima di Varese"-1954

Immagini del mese



Temporale pre-frontale che si sviluppa all'alba del giorno 17 su Borgomanero (oltre 90 mm di pioggia) verso il Verbano, toccherà solo marginalmente la provincia di Varese. I primi temporali che romperanno l'assedio dell'afa si registreranno sulla nostra provincia dal giorno 23 (foto stazione ricevente MSG - CGP).



Nonostante la leggera sfocatura, questa immagine inviataci tramite E-mail, illustra le impressionanti dimensioni della grandine abbattutasi su Morazzone il giorno 6 Luglio 2010 attorno alle ore 3 della notte.



Il caldo persistente oltre 30 gradi dei primi 20 giorni di Luglio ha portato alla formazione di Ozono, in particolre nelle aree verdi Prealpine e nelle valli, maggiormente ricche di ossigeno che si combina con gli ossidi di azoto prodotti dagli autoveicoli. In questa foto scattata il giorno 28 sulla statale del Sempione presso Domodossola è visibile il danneggiamento dell'Ozono sulla vegetazione ai bordi della strada (foto P. Valisa - CGP).



Non è raro in questa stagione osservare nuvole mammellonate che si formano con correnti discendenti dalla sommità di una nube temporalesca (foto P. Valisa - 29 Luglio 2010).



1996-2010© Società Astronomica G.V.Schiaparelli:
L'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale.
Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a: Società Astronomica G.V.Schiaparelli