Rendiconto meteorologico di Giugno 2017 a Varese


Il mese di giugno quest'anno a Varese è stato 3.5°C più caldo della media del trentennio 1981-2010, posizionandosi al secondo posto tra quelli più caldi, dopo il 2003 che fu ancora più caldo di quasi 2°C. Particolarmente calda è stata la seconda decade che, con temperatura media di 26.7°C si avvicina al record di 27.1°C della seconda decade del giugno 2003 e con una media di 11.5 ore di sole al giorno, si avvicina al record di 11.9 della terza decade di giugno 2010. Grazie ai forti temporali si è passati dalla siccità a piogge pari al 186% della norma.
Il mese inizia con una vasta alta pressione estesa dal Mediterraneo fino alle Alpi con le prime tre giornate soleggiate e temperature massime verso 30°C. Dal giorno 4 l'anticiclone lascia spazio al transito di una perturbazione associata al vortice sulle isole Britanniche. Nei giorni 4 e 5 è molto nuvoloso con temporali, localmente intensi, locali allagamenti e alberi caduti. A Varese nel solo giorno 5 diversi temporali in successione portano ben 84 mm di pioggia, più di metà del quantitativo medio mensile.

Forte temporale che ha lambito il Varesotto, originatosi sul Novarese è quindi transitato sul Milanese (grandinate) verso Como, Bergamo e la Brianza. Da Campo dei Fiori si vede la città di Luino e il lago Maggiore ancora sotto il sole. (foto Paolo Valisa - 29 giugno 2017 - da Campo dei Fiori verso Luino)

Il giorno 6 è più variabile ma ancora con temporali intermittenti, via via sempre più ad Est. Grandine ad Arcisate. I temporali sono seguiti da ventilazione da Nord che riporta cielo sereno e limpido il giorno 7.
Inizia quindi un lungo periodo sotto l'alta pressione africana che si estende soprattutto verso la penisola Iberica ma porta aria via via più calda anche sull'Italia e le Alpi. Le temperature massime salgono stabilmente oltre 30 gradi con punta di 33.6°C a Varese il giorno 17 (il record resta però del 13 giugno 2003 con 35°C).
In montagna lo zero termico resta sempre sopra 4000m raggiungendo i 4600m il giorno 13 con rapidissima fusione della neve residua. Lo smog fotochimico, favorito dal caldo e dalla forte insolazione mantiene sempre oltre le soglie di attenzione la concentrazione di ozono. Qualche temporale di calore si verifica nei giorni 14 e 15 con temperature più gradevoli il 16 e 17 grazie a debole vento da Nord, ma l'anticiclone permane fino al giorno 24. Caldo ancora più estremo colpisce la penisola Iberica e devastanti incendi si sviluppano in Portogallo.
Il tempo peggiora con passaggio di una perturbazione atlantica lungo le Alpi il giorno 25 che scatena forti temporali con allagamento presso l'Ipermercato di Varese, grandine in val Veddasca e nel Sottoceneri (fino 6 cm). La variabilità prosegue anche il 26 e 27 con tratti soleggiati alternati a temporali.
Dal giorno 28 una profonda saccatura depressionaria scende dalle Isole Britanniche verso l'Iberia e convoglia intense correnti da SW con forti temporali nella mattina del giorno 28 (qualche frana in Canton Ticino) e più deboli in serata (vedi carta delle isoiete). Nelle 24 ore a Varese si accumulano 79 mm di pioggia. Anche il giorno 29 è instabile con forti temporali. Segnalate grandinate sul Milanese e in Veddasca (2 cm). Dopo una mattina soleggiata, forti temporali si ripetono nel pomeriggio del giorno 30 con piogge intense e grandine (1 cm) sul Varesotto da Gazzata a Besnate.

Dati Statistici a Varese:

COPERTURA PRECIPITAZIONI
gg.
SERENI
gg.
VARIABILI
gg.
COPERTI
ore di
SOLE
MEDIA
25 anni
mm
caduti
MEDIA
(1965-2012)
diff. gg.
PIOGGIA >0.9mm (media)
temporali (media) NEVE (gg)
16 9 5 299.3 225.9 272.9 147.2 125.7 9 (10.1) 2 (6) 0

Bilancio pluviometrico dall'1.1.2017 al 30.06.2017= -25.5 mm
Bilancio pluviometrico dal 1.12.2016 al 30.06.2017 (anno meteorologico 2017) = -96.2 mm


TEMPERATURA (gradi Centigradi)
media
mese
MEDIA
87-2006
MEDIA
67-86
Max
mese

g.no
min
mese

g.no
Max
stor.

anno
min
stor.

anno
24.4 21 19.5 33.7 23 13.0 7 e 30 35 13/6/2003 5.5 6/6/1986

Nota: per il periodo 1965-2017 dati rilevati dal CGP, stazione via Andrea del Sarto - Varese alt. 410 m slm.
Per dati antecedenti si fa riferimento a M. Moja "Ricerca Statistica sugli Elementi Meteorologici sul clima di Varese"-1954

Immagini del mese



La prima perturbazione atlantica del mese si sposta il giorno 6 ormai verso Est e mentre sul Varesotto giunge aria più fresca e secca da Nord, grandi cumulonembi temporaleschi svettano verso sul Ceresio (grandine ad Arcisate), Lario, Orobie. (foto P.Valisa - da Jerago - 6 giugno 2017)



Cappa di foschia e afa sulla pianura padana fotografata da Campo dei Fiori il giorno 8 giugno, dovuta alla presenza di alta pressione africana. (foto Paolo Valisa - da CdF - 8 giugno 2017)



Correnti in quota da Nord formano altocumuli lenticolari lungo le Alpi. Temporanea diminuzione della foschia. (foto Paolo Valisa - 10 giugno 2017 da CdF)



Le alte temperature in montagna hanno accelerato la fusione della neve residua anche ad alta quota con ghiaccio scoperto come nel mese di agosto. Lo zero termico è rimasto oltre 4000m per buona parte del mese, fino al giorno 25, con punte di 4800m il giorno 11. (foto Andrea Aletti - 11 giugno 2017 dalla vetta dell'Alta Luce - Gressoney)



Dopo un lungo periodo anticiclonico, una saccatura depressionaria porta piogge da sbarramento e forti temporali il giorno 28, con totale a Varese di 79 mm nelle 24 ore. Risale il livello del Verbano di 50 cm. Altrettanto piovoso a Varese era stato il giorno 5 con 84 mm, ma si è trattato di un forte temporale localizzato. (elaborazione Paolo Valisa - dati CGP, ARPA Lombardia e ARPA Piemonte)





1996-2017 © Società Astronomica G.V.Schiaparelli:
L'uso di testi, immagini e dati numerici è consentito solo per consultazione e scopo personale.
Per ogni altro utilizzo richiedere autorizzazione a: Società Astronomica G.V.Schiaparelli